Vai al contenuto

Bonus 200 euro spetta anche alle badanti?

Badante che passa una tazza di te ad anziana
Indice dei contenuti

Il Bonus 200 euro spetta anche alle badanti? Si, ma solo con regolare contratto

Badante che accompagna anziano in giardino

La badante in regola può richiedere il bonus 200 euro

Il Decreto “Aiuti” ossia la misura immessa dal Governo come aiuto alle famiglie per fronteggiare gli effetti economici della crisi e dell’aumento dei costi dell’energia, ha introdotto un’indennità una tantum pari a 200 euro. La somma, peraltro, sarà esente da trattenute per tassazione IRPEF e contributi INPS. Si tratterà, di conseguenza, di 200 euro netti. La misura, disciplinata agli articoli 31 e 32, è destinata a lavoratori dipendenti e pensionati. A questi si aggiungono una serie di altri beneficiari del bonus 200 euro, tra cui colf e badanti e, in generale, quanti hanno in corso uno o più rapporti di lavoro domestico. Quindi la risposta è si, il bonus 200 euro spetta anche alle badanti che hanno regolare contratto di lavoro per badante convivente.

 Quali sono i requisiti per ricevere il bonus?

Per ottenere il bonus badanti i lavoratori domestici devono avere in essere “uno o più rapporti di lavoro” alla “data di entrata in vigore del presente decreto”, pertanto, la prestazione sarà riservata a quanti risultano assunti al 18 maggio 2022 e è necessario che i lavoratori domestici all’ atto di presentazione della domanda non siano titolari:

  • di attività da lavoro dipendente non riconducibile alla gestione del lavoro domestico;
  • di uno o più trattamenti pensionistici.

Come per le altre categorie, infine, è necessario che per l’anno 2021 il richiedente abbia un reddito personale assoggettabile ad IRPEF, al netto dei contributi previdenziali e assistenziali, non superiore a 35.000 euro.

Quando e come sarà pagato il bonus?

La somma di 200 euro, prevista dal governo per compensare la perdita di potere di acquisto dovuta all’aumento dell’inflazione arrivata oltre il 6,0%, sarà erogata una sola volta in busta paga con gli stipendi del mese di luglio. Per ottenere il bonus 200 euro dovrà essere trasmessa domanda all’INPS, accedendo alla sezione “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”, raggiungibile a partire dalla home page del sito web Inps seguendo il percorso “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”. Una volta selezionata la sezione, occorrerà indicare per quale categoria di lavoratori si sta richiedendo il bonus. Si ricorda che per accedere ai servizi online è attualmente necessario possedere le credenziali SPID, CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi). Il PIN resta come modalità di accesso riservata ai soli cittadini residenti all’estero, non in possesso di un documento di riconoscimento italiano.

In alternativa, sarà possibile richiedere il bonus 200 euro tramite:

  • Contact Center, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile (a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • Istituti di Patronato.

Sarà possibile fare domanda per l’accesso al bonus una tantum fino al 30 settembre 2022.

Badante che passa una tazza di te ad anziana

Per ottenere il bonus 200 euro la badante deve presentare richiesta all’INPS

Chi paga il bonus 200 euro badanti?

Non saranno i datori di lavoro domestico a essere coinvolti nel meccanismo di erogazione del bonus 200 euro in quanto nel testo del decreto Aiuti è ben specificato che l’ INPS su domanda, corrisponderà ai lavoratori domestici, a mezzo pagamento diretto, l’indennità una tantum. Saranno i beneficiari stessi a scegliere, in sede di invio dell’istanza all’Istituto, la modalità di pagamento con cui saranno accreditate le somme, selezionando tra codice IBAN per bonifico bancario/postale, accredito su libretto postale o bonifico domiciliato o anche il pagamento in contanti presso lo sportello delle Poste. L’IBAN comunicato dovrà essere associato ad un conto intestato al richiedente l’indennità.
Affidati a noi per sapere chi ha diritto al bonus per badanti conviventi e non e se hai i requisiti per fare domanda, ti aiuteremo con la compilazione del modulo e tutto ciò di cui hai bisogno, scrivici a [email protected]

Bonus 200 euro a chi spetta?

Ai lavoratori dipendenti del settore privato, compresi i lavoratori domestici. Beneficiari di NASpI e DIS-COLL. Beneficiari dell’indennità di disoccupazione  agricola. Titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa.

Quando vengono erogati i 200 euro?
Il bonus 200 euro sarà erogato a luglio 2022.

Bonus 200 euro spetta anche alle badanti?

Chiedi una consulenza senza impegno!

eMail
Facebook