Vai al contenuto

Busta paga badante in regola

contabile che conteggia una busta paga
Indice dei contenuti

Tutelare il rapporto di lavoro mediante la busta paga della badante

Il rapporto di lavoro domestico prevede una serie di obblighi amministrativi che spettano al datore di lavoro. Tra questi c’è sicuramente quello di rilasciare una busta paga badante in regola al proprio collaboratore domestico in concomitanza ad ogni pagamento. Nella busta paga colf e badanti sono indicati tutti gli elementi della retribuzione, i riferimenti anagrafici, sia del datore di lavoro che del collaboratore domestico, e gli elementi principali del contratto di lavoro. La busta paga deve essere prodotta in duplice copia: una per il lavoratore, firmata dal datore di lavoro e l’altra per il datore di lavoro, firmata dal lavoratore. Essa rappresenta una tutela per il datore di lavoro in caso di controversie di lavoro.

Come si struttura la busta paga colf e badanti

contabile che conteggia una busta paga

calcolo busta paga badante: quanto sarà lo stipendio badante convivente 40 ore settimanali?

Non è previsto un modulo standard per la busta paga che è comunque un documento contabile che contiene tutte le informazioni relative al rapporto di lavoro domestico. Possiamo trovare varie sezioni:

  • Dati anagrafici e informazioni identificative

Nella prima parte della busta paga badante e colf sono elencati i dati del datore di lavoro e quelli del collaboratore: cognome e nome, codice fiscale, città di residenza con CAP e indirizzo. Questi dati definiscono le parti che hanno stipulato il contratto di lavoro. In questa parte verranno anche inserite le informazioni principali del rapporto di lavoro:

  1. il livello di inquadramento,
  2. il tipo di contratto di lavoro(convivenza o meno, tempo pieno, part-time, ecc.),
  3. il numero delle ore lavorate settimanalmente,
  4. la data di assunzione,
  5. il codice presente nella denuncia del rapporto di lavoro emessa dall’INPS
  6. la retribuzione minima stabilita dal CCNL
  7. il superminimo e gli scatti d’anzianità
  8. la paga globale lorda concordata
  • Retribuzione:

In questa sezione sono evidenziati gli importi spettanti alla badante/colf. La retribuzione badante convivente e non è composta da:

  1. retribuzione minima contrattuale;
  2. eventuali scatti di anzianità;
  3. eventuale compenso sostitutivo di vitto e alloggio;
  4. eventuale superminimo;
  5. eventuali maggiorazioni dello stipendio per straordinari e festività;
  6. eventuali indennità di funzione
  7. ferie e permessi goduti
  8. tredicesima (mese di dicembre)
  9. eventuale anticipo del TRF (mese di dicembre)

 

Un esempio di quanto costa una badante convivente in regola

La busta paga badante livello CS convivente per l’assistenza a persona non autosufficienti (assunta a tempo indeterminato) sarà all’incirca di  € 1360 al mese. Questo prezzo badante in regola comprende:

  • il suo stipendio lordo (all’incirca € 984 mensili)
  • i contributi INPS/INAIL (circa € 185)
  • rateo delle ferie (circa € 100)
  • tredicesima (circa € 90)

Oltre a questi costi, cè da tenere presente che la badante matura il Trattamento di Fine Rapporto (TFR), nella misura di una mensilità (circa 930 euro) per ogni anno di servizio.
Ai lavoratori conviventi a servizio intero (articolo 14 comma 1 lettera a del CCNL) si applica la tabella A del contratto collettivo, quindi la busta paga badante convivente i cui minimi salariali sono pari dal 1° gennaio 2022 sarà:

Livello Minimi retributivi (mensili)
A 664,09
AS 784,85
B 845,22
BS 905,59
C 965,98
CS 1.026,34
D 1.207,45 (+ indennità 178,55)
DS 1.267,82 (+ indennità 178,55)

Un esempio di quanto costa una badante non convivente in regola

La busta paga Badante non convivente sarà  più o meno la stessa cifra per 35 ore settimanali, in quanto non viene conteggiato alcun “compenso” per il vitto e l’alloggio offerti dalla famiglia nel caso della convivenza. Per 40 ore settimanali (il classico orario di 8 ore al giorno per 5 giorni la settimana) una badante non convivente livello CS per persone non autosufficienti, costa all’incirca € 1540 al mese. Nel caso di anziani autosufficienti i costi si abbassano di circa 130 euro.

Fac Simile busta paga badante non convivente di livello BS che si occupa di una coppia di anziani:
La paga oraria badante di base è di 8 euro l’ora. Il minimo contrattuale per questo livello di inquadramento è di 6,22 euro (minimi retributivi 2021). Il superminimo consiste quindi di 1,78 euro. La retribuzione prevede anche un’indennità di 0,43 euro in quanto il collaboratore assiste più di una persona. Quest’indennità, tuttavia, non figura tra le competenze in quanto assorbita dal superminimo.
La retribuzione complessiva è data dalla somma della retribuzione per i giorni lavorati e della retribuzione dei giorni di ferie. Le trattenute sono costituite dai contributi a carico del lavoratore. L’importo netto versato al collaboratore risulta pertanto della somma di tutte le competenze a cui vanno sottratte le varie trattenute.

I lavoratori domestici non conviventi (articolo 14 comma 2 lettera b del CCNL) sono interessati dalla tabella C, i cui minimi retributivi di riferimento sono definiti a livello orario:

Livello Minimi retributivi (orari)
A 4,83
AS 5,59
B 6,03
BS 6,40
C 6,76
CS 7,13
D 8,22
DS 8,57

Vuoi assumere una badante ma non sai come gestire la parte burocratica? Ci pensiamo noi. Riceverai assistenza dalla stipula del contratto di assunzione al calcolo busta paga badante, ai contributi fino al TFR,al badante convivente stipendio. Tu non avrai pensieri, contattaci tramite mail a [email protected]

Come calcolare la busta paga della badante?
La paga oraria di base è di 8 euro l’ora. Il minimo contrattuale per questo livello d’inquadramento è di 6,22 euro (minimi retributivi 2021). Il superminimo consiste quindi di 1,78 euro. La retribuzione prevede anche un’indennità di 0,43 euro in quanto il collaboratore assiste più di una persona
Chi fa buste paga badanti?
In occasione del pagamento dello stipendio badante convivente e non o della colf, il datore di lavoro deve predisporre una busta paga (anche chiamata prospetto paga o cedolino di paga) in cui vengono riportate e quantificate tutte le componenti della retribuzione

Busta paga badante in regola

Chiedi una consulenza senza impegno!

eMail
Facebook