Vai al contenuto
logo per il sito www.badante.it

Contratto badante non convivente

badante che accompagna anziano a fare la spesa
Indice dei contenuti

Contratto badante non convivente: cosa bisogna sapere

Le badanti rappresentano oggi in Italia figure particolarmente richieste e fondamentali in tutte le famiglie che hanno necessità della presenza di qualcuno che possa assistere o semplicemente far compagnia ad un familiare anziano, che sia autosufficiente o non. Il più delle volte si preferisce scegliere una badante convivente a cui affidare h24 il proprio caro, ma nel caso in cui l’assistito sia ancora autosufficiente e si abbia necessita di qualcuno che svolga semplici mansioni e sia più che altro una compagnia per l’assistito si preferisce stipulare un contratto badante non convivente.

badante che accompagna anziano a fare la spesa
Quando si ha bisogno solo di compagnia, si sceglie di stipulare un contratto badante non convivente

Quando è consigliato assumere una badante non convivente

Come già detto, ci sono casi in cui le famiglie preferiscono assumere una badante a ore, che segua il proprio caro durante le varie ore del giorno. I casi che fanno preferire appunto una badante non convivente sono:

  • L’anziano non presenta un quadro clinico grave, è abbastanza autosufficiente, ma necessita di una figura che lo aiuti in alcune faccende o gli tenga compagnia
  • Serve una persona che svolga attività domestiche, quali pulizia, bucato e preparazione dei pasti, oppure svolga commissioni per suo conto
  • Si ha l’esigenza di una persona che possa accompagnare l’anziano a visite, appuntamenti e durante quotidiane passeggiate
  • L’assistito deve essere seguito per l’assunzione di farmaci oppure abbia bisogno supporto per curare la propria igiene personale.

Contratto badante non convivente cosa prevede?

Il contratto nazionale prevede che lo stipendio del badante non convivente venga calcolato in relazione alle effettive ore di lavoro svolte. Il CCNL non sancisce nessun requisito di ore minime lavorative, ma prevede invece un tetto massimo, ovvero 40 ore settimanali e stabilisce che:

  • L’orario massimo giornaliero è di 8 ore.
  • Le ore lavorative devono essere svolte tra le 6:00 e le 22:00.

In generale, lo stipendio di una badante non convivente in Italia dipende dai seguenti fattori:

  • le ore di lavoro prestate
  • il livello di inquadramento della lavoratrice
  • il possesso o meno di una qualifica apposita.

Stando, infatti, a quanto stabilito da Ccnl, il costo badante a ore per una badante non convivente sono ad esempio:

  • 4,69 euro per Livello A;
  • 5,53 euro per Livello AS;
  • 5,86 euro per Livello B;
  • 6,22 euro per Livello BS;
  • 6,57 euro per Livello C;
  • 6,93 euro per Livello CS;
  • 7,99 euro per Livello D;
  • 8,33 euro per Livello DS.

Livelli retributivi nel contratto di lavoro per badante non convivente

I contratti per badanti non conviventi (fino a 40 ore settimanali) si differenziano in base ai 4 livelli delle retribuzioni:

  • Livello A Super ossia addetto alla compagnia. Svolge esclusivamente mansioni di mera compagnia a persone adulte autosufficienti, senza effettuare alcuna altra prestazione di lavoro;
  • Livello B Super a persone non autosufficienti: Assistente familiare che assiste persone autosufficienti, ivi comprese, se richieste, le attività connesse alle esigenze del vitto e della pulizia della casa ove vivono gli assistiti;
  • Livello C Super a persone non autosufficienti: Assistente familiare che assiste persone non autosufficienti (non formato), ivi comprese, se richieste, le attività connesse alle esigenze del vitto e della pulizia della casa ove vivono gli assistiti.
  • Livello D Super a persone non autosufficienti con formazione professionale: Assistente familiare che assiste persone non autosufficienti (formato), ivi comprese, se richieste, le attività connesse alle esigenze del vitto e della pulizia della casa ove vivono gli assistiti

    badante che abbraccia un anziano
    Perché scegliere un contratto badante non convivente?

Contratto per badante non convivente: orario, ferie, permessi

L’orario di lavoro per una badante non convivente è concordato fra le parti, ma il Ccnl stabilisce alcune regolo in merito a:

  • Ore di riposo:

Per il badante non convivente non è previsto un orario di riposo che deve quotidianamente godere. Nonostante quanto indicato sopra si consiglia di far godere al lavoratore almeno mezz’ora di pausa (che possibilmente coincida con l’orario di pranzo o cena) nel caso in cui siano svolte 6 ore o più di servizio continuato.

  • Ferie:

La badante non convivente matura 26 giorni di ferie all’anno. Durante il periodo di godimento delle ferie ha diritto per ciascuna giornata ad una retribuzione pari a 1/26esimo della retribuzione media mensile.

  • Ore di straordinario:

Lo straordinario della badante non convivente è compensato con la retribuzione oraria così maggiorata:

  • del 0 % entro le ore massime giornaliere (8) e settimanali (40)
  • del 10 % se l’orario totale settimanale è tra 41 e 44 ore
  • del 25% oltre le 44 ore settimanali o oltre le 8 ore giornaliere
  • del 50% se prestato dalle ore 22.00 alle ore 6.00
  • del 60% se prestato di domenica o in una giornata festiva

 

  • Giorni festivi:

Per quanto riguarda le festività, sono considerarsi tali le giornate riconosciute dalla legislazione vigente. In queste giornate la badante non convivente osserverà il completo riposo. Le festività vengono retribuite 1/26esimo della retribuzione media mensile.

  • Tredicesima mensilità:

Il contratto badante non convivente, così come tutte le altre figure di assistente familiare, prevede la Tredicesima mensilità; si tratta di una retribuzione aggiuntiva. La tredicesima mensilità è dovuta in occasione del Natale ed è pagata in proporzione ai mesi lavorati.

Hai paura di fare le scelte sbagliate quando assumi una badante? affidati a noi, la nostra agenzia è in grado di rispondere a tutte le tue domande, ti aiutiamo nella scelta del contratto badanti non conviventi migliore da stipulare, e nel regolarizzare al meglio il rapporto lavorativo con la badante scelta e a stabilire la giusta paga oraria badante a ore, contattaci tramite mail a [email protected]

Contratto badante non convivente

Chiedi una consulenza senza impegno!

eMail
Facebook