Vai al contenuto

Sindacato Badanti

BADANTE CHE ABBRACCIA UN ANZIANA
Indice dei contenuti

Che ruolo svolge il sindacato badanti?

Il sindacato badanti è un’associazione che rappresenta e tutela i diritti dei lavoratori domestici. L’articolo 39 della Costituzione sancisce il diritto di costituire associazioni sindacali, di potervi aderire e di poter svolgere l’attività sindacale. Le sue funzioni principali riguardano la stesura ed il rinnovo dei Ccnl e la proposta delle richieste dei lavoratori al Governo e alle Istituzioni nazionali e locali. Questo ruolo viene esercitato sia in sede collettiva, soprattutto al tavolo della contrattazione con le controparti sociali e nella bilateralità, sia nelle controversie individuali di lavoro.

BADANTE CHE ABBRACCIA UN ANZIANA

Il sindacato badanti tutela i diritti dei lavoratori domestici

Quali servizi offre ai lavoratori il sindacato badanti?

Il sindacato colf e badanti offre ai suoi iscritti assistenza e consulenza di tipo fiscale, previdenziale ed amministrativa. I servizi possono essere gratuiti o prevedere il pagamento di importi comunque agevolati rispetto ai prezzi di mercato. Il sindacato delle badanti fornisce:

  • assistenza e consulenza ai lavoratori in caso di controversie inerenti al lavoro;
  • controllo delle buste paga e dei documenti emessi dal datore di lavoro;
  • supporto ai lavoratori alle prese con provvedimenti disciplinari o con l’impugnazione del licenziamento;
  • tutela e assistenza ai lavoratori nei confronti di enti previdenziali e assicurativi;
  • assistenza e consulenza fiscale, catastale e tributaria;
  • organizzazione di attività di orientamento, formazione e qualificazione professionale.

 

Le associazioni sindacali badanti sono vere e proprie associazioni, riconosciute dal codice civile del nostro ordinamento. Raccolgono i loro contributi e si finanziano maggiormente attraverso diverse forme:

  • con i contributi sindacali trattenuti sulle buste paga del lavoratore dipendente, sempre con il consenso del lavoratore;
  • con i contributi sindacali trattenuti a seguito di presentazione di domanda di disoccupazione Naspi,
  • attraverso i contributi sindacali trattenuti sul cedolino di pensione dei pensionati;

 

Inoltre il sindacato badanti si finanzia anche attraverso le conciliazioni in sede sindacale, chiedendo nella maggior parte dei casi, un contributo al datore di lavoro per il costo di registrazione presso la Direzione Provinciale del Lavoro e per la chiusura della stessa controversia. I sindacati sono delle associazioni ancora utili per la difesa dei lavoratori, ma soprattutto per la firma dei contratti collettivi nazionali di lavoro stipulati tra le associazioni di categoria dei datori di lavoro e le associazioni sindacali maggiormente rappresentative.

La scelta di iscriversi ad un sindacato è individuale e libera, perciò ogni lavoratore può scegliere quello che preferisce. Quando però decide di iscriversi, deve comunicarlo immediatamente al proprio datore di lavoro in modo che questi possa mettere in atto la procedura di trattenuta e versamento della quota di iscrizione, che non è uguale per tutti i sindacati. In genere, però, si parla di un 1% dello stipendio lordo che viene trattenuto direttamente dalla busta paga o dal cedolino della pensione.

Quali sono i sindacati badanti maggiormente riconosciuti in Italia?

Tra sindacati che curano gli interessi di colf e badanti troviamo la FEDERCOLF che è il sindacato dei lavoratori al servizio della persona, come stabilisce l’articolo 1 dello statuto. Organizza sindacalmente le assistenti domiciliari e addette alla cura delle persone e delle cose in ambiente domestico.
Questo servizio non si esplica però soltanto in casa, ma anche nelle strutture tutelari, negli ospedali, nelle case di cura, nei soggiorni per anziani, negli asili nido, nei centri per disabili, nelle comunità alloggio, nei servizi organizzati dai Comuni ossia in tutte quelle strutture pubbliche e private che, nella nostra società, attuano il servizio sociale alla famiglia. La FEDERCOLF ha come obbiettivo:

stretta di mano tra due persone

Consulenze badanti sindacato

  • difendere gli interessi economici, morali ed assistenziali, sia collettivi, che individuali, di tutti i lavoratori dei collaboratori familiari sia nelle case familiari che nelle strutture private e pubbliche;
  • tutelare gli iscritti in sede sindacale e nelle controversie collettive ed individuali di lavoro, sia in sede giudiziale che stragiudiziale;
  • promuovere la condizione giuridica, umana e sindacale, nonché la professionalità delle categorie rappresentate;
  • rappresentare i propri iscritti nelle contrattazioni collettive di lavoro;
  • migliorare e qualificare lo stato sociale e personale dei lavoratori, anche attraverso collegamenti con associazioni professionali;
  • sensibilizzare i lavoratori in campo sindacale.

In tutte le sedi della FEDERCOLF si trova l’assistenza di un avvocato che si occupa dei problemi del lavoro e della previdenza. Rivolgendosi alle sedi della FEDERCOLF gli iscritti possono ottenere non soltanto l’assistenza nelle vertenze di lavoro da parte di un avvocato che segue da vicino e con continuità tutti gli aspetti del lavoro domestico, ma soprattutto la consulenza gratuita nelle questioni giuridiche che riguardano i collaboratori familiari: dai diritti dei lavoratori immigrati alla tutela della salute, dai  diritti pensionistici ai problemi legati all’insolvenza dei datori di lavoro.

Un altro sindacato per colf e badanti è l’A.P.I. ­COLF, (l’Associazione Professionale Italiana Collaboratori Familiari), nata nel 1971, che raduna e rappresenta i lavoratori che collaborano con la famiglia e gli operatori che lavorano a diretto servizio della persona. E’ un’associazione colf e badanti libera, senza scopo di lucro e presente su tutto il territorio nazionale. Le sedi provinciali operano autonomamente, ma di concerto con la sede centrale che ha i propri uffici legali e organizzativi a Roma. L’A.P.I COLF  ha tre rami (Formazione Professionale, ­Collocamento, Sindacato) ed ha come funzioni:

  • la promozione delle persone addette all’assistenza domiciliare;
  • l’organizzazione della formazione professionale, sociale, sindacale, spirituale dei suoi addetti
  • la difesa degli assistenti familiari come lavoratori e lavoratrici;
  • l’effettiva parità delle donne in materia di lavoro e sicurezza sociale;
  • il cambiamento dell’opinione pubblica sulla professione al servizio della persona;
  • l’adeguamento delle leggi e del Contratto Collettivo Nazionale per la disciplina del lavoro domestico, al progresso tecnologico, economico e sociale;
  • la salvaguardia della famiglia come nucleo fondamentale per il benessere delle persone, specie le più deboli, quali i bambini, gli anziani, gli ammalati, nonché lo studio e l’avvio di iniziative di reale sostegno ad essa;

Sindacato per i datori di lavoro domestico: Assindatcolf

uomo che firma un contratto

I sindacati per i datori di lavoro badanti

Le famiglie che si avvalgono di collaboratori quali, colf, badanti e baby sitter hanno un valido aiuto in Assindatcolf, l’Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico, costituita su iniziativa della Confedilizia nel 1983 per perseguire la finalità di rappresentare e tutelare la categoria dei datori di lavoro dei collaboratori familiari. Assindatcolf tutela i propri Associati supportandoli nella corretta gestione contrattuale ed amministrativa del personale domestico, sotto la guida di consulenti del lavoro, al fine di prevenire ogni possibile e sgradevole contenzioso. Ad Assindatcolf aderiscono i singoli datori di lavoro domestico tramite le sedi territoriali diffuse sull’intero territorio nazionale. Opera al fine di portare all’attenzione dell’opinione pubblica e delle Istituzioni le problematiche inerenti il settore anche in relazione agli sviluppi sociali della famiglia, attualmente in profonda evoluzione. Pone in essere ogni attività utile al riconoscimento della funzione sociale del rapporto di lavoro domestico nell’ambito delle famiglie che necessitano di assistenza sia generica che qualificata, ad anziani, a minori, o comunque a soggetti non autosufficienti.

Gli obbiettivi che si prefigge sono:

  • Assiste e tutela i datori di lavoro domestico
  • Assicura la corretta gestione del personale
  • Stipula il Contratto Collettivo Nazionale del lavoro domestico con la Federazione (FIDALDO) di cui fa parte.
  • Rappresenta, nelle sedi istituzionali e politiche, gli interessi delle famiglie datrici di lavoro domestico

 

Assindatcolf è componente degli Enti Bilaterali del comparto: FondocolfCas.Sa.Colf ed Ebincolf.

Tra le storiche Associazioni colf e badanti Nazionali che in Italia rappresentano le famiglie che hanno alle proprie dipendenze colf, badanti e baby sitter troviamo inoltre:

  • Nuova collaborazione
  • A.D.L.D
  • A.D.L.C

 

Il nostro servizio riguarda ogni aspetto della regolarizzazione e dell’amministrazione del rapporto del lavoro, garantendo al datore di lavoro e al lavoratore domestico tutti i diritti e le tutele riconosciuti dal Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico, contattaci tramite mail a [email protected]

Sindacato Badanti

Chiedi una consulenza senza impegno!

eMail
Facebook